Chi siamo Dove siamo Contatti Homepage

Oggi è il giorno: 22/10/2019
Sono le ore: 01:58:28  
Homepage

Chi siamo
Dott. Faita Alessandro e Dott. Enrico Ongaro

Dove siamo

Modelli teorici di riferimento
Psicoterapia breve stategica
Milan Approach

Informazioni utili
Chi è lo psicologo?
Chi è lo psicoterapeuta?
Codice Deontologico
Interventi
Psicoterapie
Suggerimenti
Benessere

Gli ingredienti del benessere
Le ricette del benessere
Le risposte dello psicologo
Articoli e approfondimenti

Disturbi dell'età evolutiva
Mutismo selettivo

Problemi psicologici
Disturbi d'ansia
Disturbi dell'umore
Disturbi dell'alimentazione
Disturbi del sonno
Disturbi sessuali
Disturbi somatoformi
Disturbi dell'adattamento
Disturbi fittizi
Disturbi del controllo degli impulsi
Disturbi correlati all'uso di sostanze

Disturbi psichiatrici
Delirium
Disturbi della personalità
Disturbi dissociativi
Schizofrenia e altri disturbi psicotici

Progetto Studio Metis

Pubbblicazioni
Testi consigliati
Testi di psicologia per esperti
Testi di psicologia per tutti
Narrativa, saggi e altro

Approfondimenti

Contatti

Links
Cosa è il Delirium?
Il Delirium è caratterizzato da un’alterazione della coscienza e da una modificazione cognitiva che si sviluppano in un breve periodo di tempo. I disturbi inclusi nella sezione “Delirium” sono classificati tenendo conto dell’eziologia presunta: Delirium Dovuto a una Condizione Medica Generale, Delirium Indotto da Sostanze (cioè, dovuto a una sostanza di abuso, a un farmaco, all’esposizione a una tossina), Delirium Dovuto a Eziologie Molteplici, o Delirium Non Altrimenti Specificato (se l’eziologia è indeterminata).

Cosa è la Demenza?
La Demenza è caratterizzata da molteplici deficit cognitivi che comprendono una compromissione della memoria. Le demenze sono classificate secondo l’eziologia presunta: Demenza Tipo Alzheimer, Demenza Vascolare, Demenza Dovuta ad Altre Condizioni Mediche Generali [per es., malattia da virus dell’immunodeficienza umana (HIV), trauma cranico, morbo di Parkinson, malattia di Huntington], Demenza Persistente Indotta da Sostanze (cioè, dovuta a una sostanza di abuso, a un farmaco, o all’esposizione a una tossina), Demenza Dovuta a Eziologie Molteplici, o Demenza Non Altrimenti Specificata (se l’eziologia è indeterminata).

Cosa è il Disturbo Anamnestico?
Il disturbo amnestico è caratterizzato da deficit di memoria in assenza di altri deficit cognitivi significativi. I “Disturbi Amnestici” sono elencati a seconda dell’eziologia presunta: Disturbo Amnestico Dovuto a una Condizione Medica Generale, Disturbo Amnestico Persistente Indotto da Sostanze, o Disturbo Amnestico Non Altrimenti Specificato.

Cosa si intende per Disturbo Cognitivo non Altrimenti Specificato?
La categoria Disturbo Cognitivo Non Altrimenti Specificato si applica a quadri clinici che sono caratterizzati da una disfunzione cognitiva presumibilmente dovuta a una condizione medica generale, o a uso di sostanze, che non soddisfa i criteri per alcuno dei disturbi elencati in altre parti di questa sezione.

Sono sani tutti coloro che non sono malati, oltre ad alcuni malati che non sanno di essere sani.
Sono malati tutti coloro che non si sentono sani, più alcuni sani che non sanno di essere malati.
(Giulio Maccacaro)

 
 
Follia e creazione.
Il caso clinico come esperienza letteraria
Pietro Barbetta
Come si presenta il caso, come si scrive, si racconta, come le memorie e le riflessioni autobiografiche, il confronto tra molteplici testimoni, tra diversi stili di scrittura e conversazione, assumono posizioni prospettiche differenti; queste le questioni chiave del libro. L'idea di caso non si limita al caso clinico; si tratta di ridisegnare la riflessione sull'evento (la contingenza) partendo dalla letteratura, immaginare alcune forme del racconto clinico diretto e indiretto per far emergere l'unicità preziosa, spesso dimenticata dalla foga esplicativa, dalla categorizzazione che cancella il singolare. Il libro si presenta anche come una critica radicale ai modi riduttivi del discorso clinico dominante nell'epoca post-moderna, neoliberale, al cinismo scientista nascosto dietro la tecnologia, che emerge nell'intertestualità di pratiche oppressive.