Chi siamo Dove siamo Contatti Homepage

Oggi è il giorno: 22/10/2019
Sono le ore: 01:58:23  
Homepage

Chi siamo
Dott. Faita Alessandro e Dott. Enrico Ongaro

Dove siamo

Modelli teorici di riferimento
Psicoterapia breve stategica
Milan Approach

Informazioni utili
Chi è lo psicologo?
Chi è lo psicoterapeuta?
Codice Deontologico
Interventi
Psicoterapie
Suggerimenti
Benessere

Gli ingredienti del benessere
Le ricette del benessere
Le risposte dello psicologo
Articoli e approfondimenti

Disturbi dell'età evolutiva
Mutismo selettivo

Problemi psicologici
Disturbi d'ansia
Disturbi dell'umore
Disturbi dell'alimentazione
Disturbi del sonno
Disturbi sessuali
Disturbi somatoformi
Disturbi dell'adattamento
Disturbi fittizi
Disturbi del controllo degli impulsi
Disturbi correlati all'uso di sostanze

Disturbi psichiatrici
Delirium
Disturbi della personalità
Disturbi dissociativi
Schizofrenia e altri disturbi psicotici

Progetto Studio Metis

Pubbblicazioni
Testi consigliati
Testi di psicologia per esperti
Testi di psicologia per tutti
Narrativa, saggi e altro

Approfondimenti

Contatti

Links
Modelli teorici di riferimento

I modelli teorici che sottendono l’epistemologia di questo sito e quindi la pratica e lo svolgere la nostra professione meritano una spiegazione che andremo a delineare di seguito. L’approccio della Psicoterapia Breve Strategica così come quella del Milan Approach fanno parte dell’accezione di più ampio respiro del discorso sistemico relazionale e condividono il pensiero di alcuni autori (Gregory Bateson; Heinz von Foerster e altri) riguardo la patologia psichica. Nel contesto terapeutico sistemico relazionale la patologia viene intesa come espressione di un disagio che coinvolge tutto il sistema nella sua struttura ed organizzazione. Muovendosi dal rigido paradigma dei disordini mentali della letteratura psichiatrica e del DSM-IV TR, il modello sistemico relazionale considera la patologia come espressione della disfunzionalità dei sistemi nella rappresentazione della propria realtà (Nardone, Portelli, 2005). Comprenderete meglio le differenze e le affinità dei due approcci consultando il menù: Psicoterapia Breve Strategica e Milan Approach.

E’ semplice rendere le cose complicate,
ma è complicato renderle semplici.
(A. Bloch).

 
 
Follia e creazione.
Il caso clinico come esperienza letteraria
Pietro Barbetta
Come si presenta il caso, come si scrive, si racconta, come le memorie e le riflessioni autobiografiche, il confronto tra molteplici testimoni, tra diversi stili di scrittura e conversazione, assumono posizioni prospettiche differenti; queste le questioni chiave del libro. L'idea di caso non si limita al caso clinico; si tratta di ridisegnare la riflessione sull'evento (la contingenza) partendo dalla letteratura, immaginare alcune forme del racconto clinico diretto e indiretto per far emergere l'unicità preziosa, spesso dimenticata dalla foga esplicativa, dalla categorizzazione che cancella il singolare. Il libro si presenta anche come una critica radicale ai modi riduttivi del discorso clinico dominante nell'epoca post-moderna, neoliberale, al cinismo scientista nascosto dietro la tecnologia, che emerge nell'intertestualità di pratiche oppressive.